L'entraînement naturel

Definizione della forza Misurazione della forza Punteggio delle prove

La Forza

Oggi, il comfort di una palestra sembra essere in grado di fornire ciò che serve per mantenere la forma fisica e guadagnare forza. Il praticante di una disciplina sportiva è considerato "sportivo" e il vincitore di questa o quella disciplina acquisisce il titolo di atleti. Ma di fronte alla necessità di reagire a un ostacolo imprevisto, o di muoversi velocemente o a lungo, su terreni sconnessi o disseminati di insidie, di arrampicarsi in equilibrio per sfuggire a un pericolo o attraversare un ostacolo… la forma fisica, il sangue freddo, l'energia, la reattività non mancheranno nei seguaci delle stanze o dei giardini paesaggistici? La forza non si riduce a una muscolatura coltivata dal peso corporeo o dai manubri, a una prestazione acquisita in una particolare area o a una vittoria contro un avversario. La sua definizione è più complessa.

Quale forza si guadagna?

Gli elementi costitutivi della forza

Da un semplice punto di vista concettuale, la forza è la capacità, il potere, di agire. Per l'essere umano, essere forti significa possedere una capacità generale di rispondere fisicamente e mentalmente a ostacoli o prove materiali o morali e non a una particolare facoltà in un campo specifico. Georges Hébert, nel suo libro "Il Codice della Forza", ha definito i diversi elementi che costituiscono la forza, nel campo puramente fisico, come segue:

Criteri di forza

1° Resistenza e resistenza

Resistenza e resistenza, chiamata anche "fondo", sono la capacità di produrre qualsiasi sforzo, o di sopportare la fatica, in modo prolungato. Questo elemento di forza dipende essenzialmente dal valore operativo degli organi interni e più in particolare:

  • Dal cuore,
  • E polmoni.

È la naturale conseguenza di un allenamento regolare e metodico e soprattutto di uno sforzo sostenuto in generale e di viaggi in particolare. Dipende anche da una vita sana e senza eccessi ed è intimamente legata allo stato di salute. È la qualità essenziale della forza.

2° Potenza muscolare

La potenza muscolare è la capacità di eseguire con le diverse parti del corpo sforzi sufficienti in tutte le direzioni (tirare, spingere, sollevare, arrampicarsi, lanciare, trasportare, difendere ecc …). Dipende non solo dal grado di sviluppo dei muscoli, ma anche dall'eccitazione nervosa che viene comunicata loro dalla volontà, cioè dal potere del sistema nervoso. Hebertismo: potenza muscolare

3° Velocità

La velocità è la capacità di muoversi rapidamente o eseguire gesti acuti, rilassamenti rapidi, partenze veloci, ecc … Dipende non solo dalla sensibilità del sistema nervoso e dalla sua potenza, ma anche dalla qualità muscolare e dalla flessibilità delle articolazioni. I muscoli sottili e lunghi, tipici dello sviluppo naturale, sono più favorevoli ai movimenti bruschi rispetto ai muscoli grandi e corti.

4° L'indirizzo

L'abilità è la capacità di usare i propri muscoli e usare le proprie abilità per ottenere un risultato accurato. Salva la tua forza e riduce l'insorgenza di affaticamento. Il controllo nervoso è la prima condizione di abilità. Per eseguire un gesto preciso, è già necessario concepire cerebralmente, quindi trasmettere nervosamente per eseguire infine muscolosamente (che dipenderà anche dalla flessibilità articolare). In caso di scarsa trasmissione nervosa, il gesto avrà un grado di precisione molto più basso. Un lancio di abilità o equilibrio avrà successo non per capacità muscolare, ma semplicemente per la perfetta coordinazione tra il design del gesto giusto, la potenza necessaria, la direzione ecc.

5° Le qualità delle azioni

Le qualità delle azioni sono qualità come energia, forza di volontà, coraggio, sangue freddo, sguardo, decisione, fermezza o tenacia. O fiducia nel proprio valore per superare le paure, padronanza delle vertigini o resistenza al dolore. Se la dimensione puramente "fisica" è un aspetto cruciale della forza, la parte del fattore psichico o mentale è un valore essenziale: un soggetto dotato e ben allenato ma privo di energia o coraggio viene disarmato di fronte a ostacoli o prove.

6° La tecnica

"Tecnica" è la conoscenza dei processi di esecuzione degli esercizi naturali e utilitaristici indispensabili e, allo stesso tempo, un sufficiente grado di attitudine in ciascuno di essi (camminare, correre, saltare, arrampicarsi, quadrupedia, equilibrio, lancio, sollevamento, difesa e nuoto).

7° Resistenza "Biologica"

Questa è la resistenza del corpo a diverse aggressioni. La resistenza al freddo, al caldo, agli agenti atmosferici, al dolore fanno parte della resistenza generale sopra menzionata. Più in generale, è la capacità del corpo di mantenere la salute in ogni circostanza, di resistere, nel miglior modo possibile, a malattie, privazioni, microbi, virus… Infine, bisogna considerare che la forza può, purtroppo, servire altrettanto bene il bene… del male. Anche a tutte queste qualità "fisiche" va aggiunta una qualità di altro ordine, etica, per orientare tutto questo acquisito verso un bene superiore, in modo utile, giusto e benevolo. Come affermato nella dottrina, la vera forza o educazione è una sintesi che Georges Hébert ha sintetizzato come segue:

"La vera forza non sta solo nei muscoli, nel respiro, nell'abilità… ma soprattutto, nell'energia che lo utilizza, nella volontà che lo dirige o nel sentimento che lo guida."

Georges Hébert – Il metodo naturale – Volume 1

Misurazione della forza

Dopo aver definito l'estensione della forza, si tratta di chiedersi come misurarla. Se è relativamente facile misurare il livello di una materia in matematica o in inglese, che dire della sua complessità, forza? Come possiamo anche misurare la sua evoluzione, o confrontare due soggetti tra loro?

Quale è più forte?La risposta non è scontata… La misurazione della forza consente a tutti di conoscersi meglio e offre agli allenatori uno strumento prezioso per confrontare e tenere traccia dei progressi. Permette inoltre di scoprire rapidamente i punti deboli e di orientare l'allenamento di conseguenza per superarli. Questo potrebbe essere fatto, ad esempio:

  • Con semplici misure (circonferenza del braccio o del polpaccio ecc…) e confrontarli con scale prestabilite per poter dedurre un livello.
  • O registrando parametri, con tutti i tipi di strumenti, per misurare la capacità respiratoria, la potenza del cuore, o la forza delle braccia o delle gambe ecc …

Tuttavia, queste misure non daranno mai indicazioni precise sul valore della forza, nel senso ellenistico della parola. Da un punto di vista pratico e utilitaristico, c'è un solo modo per determinare con certezza il valore reale di una persona, ed è quello di vedere quest'ultima effettivamente eseguire esercizi concreti e avere i mezzi per "notare" la sua performance.

I 12 eventi misurabili con performance valutate

Si tratta di determinare una serie di test che sintetizzano e permettono di misurare al meglio le diverse qualità e che, inoltre, le prestazioni siano facilmente misurabili e riproducibili sia nel tempo che nello spazio. Dodici eventi sono stati selezionati: 3 gare: 1 velocità, 1 media distanza, 1 lunga distanza 4 salti: salti alti e lunghi, ciascuno con e senza slancio 1 salita 1 sollevamento 1 lancio E 2 eventi di nuoto: distanza e tuffi

I 12 test – Suddivisi per categorie di resistenza

Il punteggio dei test

I test sono valutati in punti, in modo originale e facilmente comprensibile, secondo una scala stabilita come segue: Il rating "zero" (0) caratterizza il livello base che una persona deve essere in grado di raggiungere. Questa valutazione "mediana" funge da interruttore, come un equilibrio, tra: – prestazioni insufficienti (che saranno quindi negative, e in teoria senza limite basso) – e prestazioni più elevate (che saranno quindi positive e in teoria senza limite elevato!). Livello simboleggiato tramite un termometro per comprendere il principio di valutazione Il livello base è ovviamente variabile in base all'età in modo da essere adattato a ciascuno e consentire di valutare le progressioni, o regressioni, soprattutto nei bambini, negli adolescenti ecc … Questo livello varia anche a seconda del genere. Se, nei bambini piccoli, è essenzialmente lo stesso nelle ragazze e nei ragazzi, una differenziazione che deve essere presa in considerazione appare nella preadolescenza intorno agli 11-13 anni. Esempio di un record standard individuale, che consente di giudicare i progressi di una persona. Esempio di un foglio per un monitor, che consente di conoscere il valore delle persone che dovrebbe addestrare. Vedere il foglio dei singoli tipi Vedere il foglio per il monitor vedere Risultati del monitoraggio